. MILANO VESTE (DI) MODA I MARCIAPIEDI. TOMBINI ART: SOTTO IL SOPRA | e-LITmag
 

MILANO VESTE (DI) MODA I MARCIAPIEDI. TOMBINI ART: SOTTO IL SOPRA

MONTENAPOLEONE2 bollino

La Camera Della Moda Di Milano e Metroweb, la società installatrice di darkfiber (fibra ottica “spenta”) che ha reso Milano la città più connessa d’Europa in vista dell’evento EXPO2015, mi hanno regalato una passeggiata davvero insolita, tra le vie del Quadrilatero della Moda.

Invece di essere rapita dalle luccicanti vetrine di via Montenapoleone e di via Sant’Andrea, ho passato la mattinata con lo sguardo puntato per terra, settata in modalità segugio, alla caccia di un tesoro molto particolare: 24 tombini.

Perché?

Perché dallo scorso 24 febbraio, e per un anno intero, sarà visibile la mostra a cielo aperto: Sotto il Sopra.

Coinvolgendo alcune tra le maggiori griffe della moda italiana sono state realizzate, prodotte e installate 24 opere d’arte funzionale, che elevano altrettanti tombini –elementi d’arredo urbano indispensabili ma altrettanto invisibili, solitamente, all’occhio di cittadini e turisti- a oggetti d’arte a tutti gli effetti.

La mia è stata una vera caccia al tesoro, per riuscire a immortalare tutte e 24 le formelle. Mi sono divertita a individuarle tutte, saltando da un marciapiede all’altro non appena mi sembrava di scorgere un tocco di colore là dove di solito è tutto grigio asfalto. E alla fine mi sono portata a casa il bottino completo.

Al di là dell’aspetto ludico di questa mostra sui generis, che invita tutti i passanti a partecipare alla ricerca del bello, ho trovato questa iniziativa molto interessante dal punto di vista puramente artistico.

Gli stilisti coinvolti hanno condensato nella loro formella –pezzi unici cesellati e dipinti a mano- il loro stile e la loro brand-image, utilizzando i colori e le texture che li contraddistinguono e che li hanno resi famosi nel mondo, con il messaggio della mostra: tombini art raccontano la città cablata.

Per mio gusto personale, il tombino che preferisco è quello di Salvatore Ferragamo, che ritrae Milano in versione giungla urbana. Con il Duomo immerso in quella che sembra una lussureggiante foresta tropicale, tra belve feroci e vegetazione sgargiante.

Una connessione di idee inedita e di diretta comprensione, restituita da un’immagine di un’eleganza compositiva che giusto un brand come questo poteva concepire.

E a te quale tombino piace di più? Puoi partecipare all’asta di Christie’s e portarti a casa il tuo favorito, opportunamente rimesso a nuovo e restaurato. Il ricavato sarà devoluto in favore dell’organizzazione non profit Oxfam Italia, che si occupa di aiutare le popolazioni del mondo vittime di guerre e disastri naturali.

Un plauso alle iniziative di questo tipo, che hanno il merito di avvicinare le persone alla loro città e all’arte.

MONTENAPOLEONE3

GUARDA TUTTI I TOMBINI DI “METROWEB. Sotto il Sopra”:

 

 

About Popi &Ca

Popi&Ca sono due matte idealiste. Che scrivono e abusano un sacco di carta, e creano kili di byte blaterando!

Lascia un Commento

Inserisci il tuo nome